Ora lavoro al Dr. Ambrosoli Memorial Hospital come ostetrica. Prometto di dare il mio meglio per dimostrare amore e cura a tutti i pazienti, in particolare alle mamme e ai loro piccoli. Cercherò di seguire la testimonianza d’amore e di accoglienza di padre Giuseppe Ambrosoli. Tutti noi possiamo vivere nel ricordo dei suoi insegnamenti”. Sr. Beatrice Kwena, ostetrica.

Fin da bambina, Sr. Beatrice Kwena coltiva in sé una profonda spinta religiosa e la chiara volontà di spendersi per i più bisognosi. A ventidue anni, a Gulu, diventa suora. All’interno della sua congregazione conosce Sr Carmel, direttrice della scuola di ostetricia di Kalongo. Questo incontro le cambia la vita, facendo germogliare in lei un nuovo seme: il desiderio di prendersi cura delle donne, delle mamme e dei loro bambini.

Nel 2016, grazie ad un nostro donatore che ha generosamente finanziato il suo percorso di studi, Sr. Beatrice Kwena consegue il Certificato in ostetricia, alla scuola di ostetricia di Kalongo. Da allora lavora stabilmente al Dr. Ambrosoli Memorial Hospital.

Fedele all’impegno preso, sia come religiosa sia come ostetrica, Sr Beatrice non si è fermata qui ma ha scelto di proseguire gli studi e conseguire il Diploma in ostetricia. E noi abbiamo scelto di sostenerla ancora una volta, perché a Kalongo e non solo, c’è grande bisogno di lei!

Dal 1990, secondo l’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità – stiamo assistendo a livello mondiale a un costante declino del tasso di mortalità materna e neonatale, in larga parte riconducibile alla presenza di un numero maggiore di ostetriche. Purtroppo in Uganda c’è ancora molto da fare: il tasso di mortalità materna è di 343 su 100.000 bambini nati viti (in Italia è di 3).

La maggioranza di queste morti può essere evitata con adeguate cure prenatali, il parto assistito e l’assistenza post natale; attività che ostetriche adeguatamente formate possono svolgere in piena autonomia. Le ostetriche inoltre, come donne e membri delle stesse comunità locali, svolgono un’essenziale azione di sensibilizzazione della collettività e possono farsi portavoce dei diritti delle donne. Sono agenti di cambiamento duraturo perché maturato all’interno delle comunità. Questo significa “Salvare l’Africa con l’Africa” e questo fa la St. Mary Midwifery Training School dal 1959.

Per questo non indietreggiamo di fronte all’impegno di fare di più per sostenere quest’opera così importante. Vogliamo ampliare la capacità ricettiva della scuola da un punto di vista strutturale e migliorare la qualità didattica dei percorsi formativi, accompagnando e sostenendo la scuola nel percorso di creazione del Corso di Laurea in Ostetricia, riconosciuto a livello nazionale.

Restate al nostro fianco, abbiamo bisogno del vostro aiuto per continuare a sostenere la formazione e la crescita delle donne del Nord Uganda, grazie!