Un dono nel tuo testamento significa raccogliere il lascito di Padre Giuseppe Ambrosoli e far sì che i nostri progetti possano continuare.
È un gesto che dà valore alla tua vita, per sempre.

PERCHÉ UN DONO
NEL TUO TESTAMENTO?

Un dono nel tuo testamento è per noi un impegno a trasformare il tuo gesto in interventi concreti e duraturi, in qualcosa che a Kalongo avrà un valore enorme e inestimabile.

L'IMPORTANZA
DI UN LASCITO

Fare del bene, contribuire a migliorare la vita degli altri, rimane anche dopo di noi e lascia alle generazioni future qualcosa di speciale in cui credere, un'eredità da poter raccogliere.
Richiedi la nostra guida con tante informazioni utili
RICHIEDI LA GUIDA

COME FARE TESTAMENTO

LE QUOTE DISPONIBILI

Con il testamento hai la possibilità di decidere come destinare quanto possiedi, preservando, nel rispetto della legge,
le quote di patrimonio disponibile qualora ci fossero soggetti "legittimari" (coniuge o soggetto unito civilmente, figli, genitori).
Solo coniuge o soggetto unito civilmente:
50% quota disponibile
50% al coniuge o soggetto unito civilmente (legittima)
Ascendenti legittimi:
66,6% quota disponibile
33,3% agli ascendenti (legittima)
Il coniuge o soggetto unito civilmente e ascendenti legittimi:
25% quota disponibile
25% agli ascendenti (legittima)
50% al coniuge o soggetto unito civilmente (legittima)
Un figlio:
50% quota disponibile
50% al figlio (legittima)
Il coniuge o soggetto unito civilmente e il figlio:
33,3% quota disponibile
33,3% al coniuge o soggetto unito civilmente (legittima)
33,3% al figlio (legittima)
Due o più figli:
33,3% quota disponibile
66,6% ai figli (legittima)
Il coniuge o soggetto unito civilmente e più figli:
25% quota disponibile
50% ai figli (legittima)
25% al coniuge
 Quota disponibile

COSA PUOI LASCIARE?

Sono molte le tipologie di beni che si possono inserire in un lascito:
  • Denaro, titoli, azioni, fondi di investimento
  • Beni mobili come opere d'arte, gioielli, arredi
  • Beni immobili quali appartamenti, terreni, fabbricati, ecc.
  • La polizza vita che non fa parte del patrimonio ereditario
  • TER - Trattamento di Fine Rapporto

I TIPI DI TESTAMENTO

Un testamento può essere scritto in qualsiasi momento ed è sempre possibile modificarlo, annullarlo o sostituirlo.
TESTAMENTO OLOGRAFO
È quello scritto di proprio pugno, su un foglio  di carta semplice. Deve essere scritto a mano (e non con computer o altro).
TESTAMENTO PUBBLICO
È redatto dal notaio che, raccolte le volontà del testatore, provvede a metterle per iscritto, alla presenza di due testimoni.
TESTAMENTO SEGRETO
È simile a quello olografo, ma viene sigillato e consegnato ad un notaio. In questo caso, solo il  testatore conosce il contenuto del documento.

RICHIEDI LA NOSTRA GUIDA


Per maggiori informazioni puoi contattare

Ilaria Baron Toaldo

DOMANDE FREQUENTI

Sì, tutti possono fare testamento tranne chi al momento della stesura del testamento è incapace di intendere e di volere, i minori e chi soffre d’infermità mentale.
Il patrimonio è suddiviso tra gli eredi legittimi e in base alle quote previste dalla legge: coniuge, figli, fratelli e se non ci sono figli, i parenti fino al sesto grado.
Nel caso in cui non vi siano parenti entro il sesto grado, e non si è fatto testamento, il patrimonio si assegna allo Stato.
Certo, è possibile donare a un’organizzazione no profit la parte di patrimonio che rientra nella quota “disponibile”. Non si può invece disporre liberamente della quota “legittima” che la legge italiana riserva agli “eredi legittimari”.
No
Sì, il testamento può essere sempre cambiato, integrato o revocato.

NEWSLETTER


© Fondazione Dr. Ambrosoli - Via Bartolomeo Panizza, 7, 20144 Milano - C.F. 95055660138
crossmenuplus-circle