L’educazione delle ragazze è tra le forze più potenti del pianeta

Melinda Gates

 

Care amiche, cari amici,

negli anni, visitando Kalongo e imparando a conoscere questo luogo così complesso ma così bello, ho capito cosa significa davvero formare un’ostetrica. In Uganda significa innanzitutto istruire una donna. Una donna istruita è una donna più sana e indipendente. Capace di prendersi cura di sé, dei propri figli e della comunità. Una donna a cui è data la possibilità di esprimere il proprio potenziale e di fare la differenza per la crescita del Paese. In Uganda questa possibilità è, ancora oggi, troppo spesso preclusa alle donne.

Padre Giuseppe è stato un uomo visionario e precursore dei tempi, convinto fin da subito di quanto fosse imprescindibile investire nella salute e nella formazione delle donne per riuscire a garantire una vita migliore a centinaia di migliaia di persone, in particolare ai  più vulnerabili.Aveva compreso che provvedere all’educazione e alla formazione femminile, rappresentava un modello concreto e sostenibile per la crescita di un Paese. Immaginare tutto questo 60 anni fa e realizzarlo dal nulla nel mezzo dell’Africa equatoriale è stato ed è qualcosa di straordinario ancora oggi.

Il sogno di padre Giuseppe è oggi qui davanti a me, davanti a noi.Dal primo mattone della scuola di ostetricia, posato nel 1959 dopo soli due anni dalla creazione dell’ospedale, sono uscite diplomate da questa istituzione d’eccellenza più di 1.300 ostetriche.

A Kalongo ci battiamo ogni giorno per la vita. Per proteggerla e garantirla.  E le “nostre” ostetriche, in un’area del pianeta che ne conta una ogni 13.000 abitanti, sono lo strumento più potente su cui possiamo contare.  Sono i veri agenti di cambiamento, capaci di fare la differenza, spesso tra la vita e la morte, per migliaia di donne e bambini ogni anno..

Per questo ci battiamo con tutte le nostre forze per sostenere l’attività di formazione della scuola.

I nostri obiettivi per i prossimi anni sono ambiziosi.

Vogliamo ampliare la capacità ricettiva della scuola da un punto di vista strutturale e migliorare la qualità didattica dei percorsi formativi, accompagnando e sostenendo la Scuola nel percorso di creazione del Corso di Laurea in Ostetricia, riconosciuto a livello nazionale.

E’ un progetto in cui crediamo molto, perché siamo convinti – oggi più che mai – che investire nell’educazione femminile di qualità sia la chiave di accesso a un futuro di crescita sostenibile e di sviluppo umano e sociale, non solo del continente Africano ma del mondo intero. Un disegno coraggioso, che potremo realizzare solo insieme a chi, con fiducia e passione, ci sostiene. Avremo bisogno di voi e del vostro aiuto.

Grazie per essere al nostro fianco.

Giovanna Ambrosoli