Tra maggio e giugno 2019 l’arrivo delle piogge ha causato un drammatico aumento dei ricoveri in ospedale per malaria: i dati a disposizione hanno registrato da aprile a fine giugno 1.056 casi. Si è passati da 63 ricoveri ad aprile a 738 a giugno. La situazione nel reparto di pediatria è davvero critica: ogni giorno una media di 150 bambini viene visitata e in caso di diagnosi positiva riceve la terapia antimalarica. Le piccole stanze del reparto sono sovraffollate sia di giorno sia di notte, quando i bambini ricoverati e i loro familiari dormono all’interno.

I bambini ricoverati in pediatria per malaria sono cresciuti in modo esponenziale negli ultimi quattro mesi: 28 bambini ad aprile, 139 a maggio, 379 a giugno per arrivare a 726 bambini nel mese di luglio per un reparto che dispone di 61 posti letto!

L’ospedale sta dando una straordinaria prova di dedizione, resilienza e capacità di gestione dell’emergenza, ma il numero dei pazienti che si ammalano di malaria non diminuisce ed è necessario uno sforzo enorme e senza sosta da parte del personale dedicato.  I medicinali iniziano a scarseggiare: nonostante le forniture del Governo Ugandese, l’ospedale si ritrova spesso senza scorte e deve sostenere autonomamente le spese per l’acquisto del medicinale e del materiale sanitario necessario.

Un altro segnale preoccupante arriva dai risultati dei trattamenti: stanno aumentando i casi di resistenza ai farmaci per la cura della malaria, che non fanno che accrescere il costante sovraffollamento dei reparti.

 Abbiamo bisogno del tuo aiuto. Il tuo dono, grande o piccolo che sia, è essenziale. Ci aiuterà a offrire a tutti, e sempre, assistenza professionale e terapie essenziali per sopravvivere.

 GRAZIE!