LA NOSTRA STORIA

«Fu un momento di grandissima emozione. Seduti intorno a quel tavolo, ciascuno di noi aveva l’esatta consapevolezza che finalmente avevamo dato un futuro all’ospedale e che l’opera di padre Giuseppe sarebbe proseguita anche dopo di noi. Tante volte, dopo l’evacuazione, ci eravamo augurati che l’ospedale potesse riprendere a funzionare perché quello sarebbe stato il modo migliore per onorare la sua memoria. Il più sollevato era proprio mio padre che in cuor suo aveva sempre sentito di avere un debito verso il fratello. Anche io decisi di impegnarmi direttamente.”

Roberto Ambrosoli

Era il 20 febbraio 1998 quando Paolo e Roberto Ambrosoli si presentano davanti al notaio per dare vita, insieme ai missionari comboniani, alla Fondazione Ambrosoli e garantire così continuità nel tempo all’opera avviata da Padre Giuseppe Ambrosoli nel lontano 1957.

L’obiettivo della Fondazione era, ed è ancora oggi dopo vent’anni, coniugare lo spirito di assistenza, solidarietà e fede che ispirava Padre Ambrosoli con una gestione efficiente e ispirata a un più efficace modello imprenditoriale e manageriale.

La famiglia Ambrosoli ha raccolto l’eredità morale e tangibile di Padre Giuseppe e insieme ai Missionari Comboniani ha deciso di proseguire l’impegno del fondatore attraverso il sostegno all’ospedale e alla scuola di formazione per ostetriche di Kalongo, in nord Uganda; un supporto non soltanto economico per garantire l’attività corrente e per ampliare e ristrutturare i reparti, ma anche manageriale, perché le due strutture possano continuare ad essere un punto di riferimento per la popolazione locale negli anni futuri.

SOSTIENI LA FONDAZIONE

Insieme al tuo aiuto potremo fare molto di più!

AIUTACI